Readingthedarkchallenge - Libri consigliati Gotico | Horror | Weird reading challenge [consigli] LouchoBi BookS Parliamo di libri

News

LouchoBi BookS Parliamo di libri

Benvenuti, Amicony! Louchobi Books è un blog che parla di libri, fumetti, curiosità, novità, di tutto quello che vive attorno al mondo di inchiostro o di eInk. Un tavolo attorno cui si siedono gli amici per parlare delle loro letture e scambiarsi idee, consigli, scoperte, opinioni. Buona vita, Amicony e non smettete mai di sognare!

Challenge annuale:

Readingthedarkchallenge - Libri consigliati Gotico | Horror | Weird reading challenge [consigli]

Ultimi Articoli:

Readingthedarkchallenge - Libri consigliati Gotico | Horror | Weird reading challenge [consigli]

La #readingthedarkchallenge è la challenge di lettura più oscura di sempre; dodici mesi di letture che spaziano dall'horror, al gotico, al weird, per immergerci nel lato oscuro del Fantastico e conoscere nuovi, strani mondi... 

Benvenut3 nella Reading The Dark Challenge...

Readingthedarkchallenge - Libri consigliati Gotico | Horror | Weird reading challenge

La nebbia si dirada, cantate lupi, è l'ora delle streghe [task mensili]

§ Novembre 2020 - L'alba dei tempi 

§ Dicembre 2020 - Spegni la luce 

§ Gennaio 2021 - Altri mondi 

§ Febbraio 2021 - Auuuu 

§ Marzo 2021 - L'altro della strega 

§ Aprile 2021 - Distorsioni 

§ Maggio 2021 - Mostri sacri 

§ Giugno 2021 - Megalopolimanzia 

§ Luglio 2021 - Sotto il letto 

§ Agosto 2021 - Segui il sentiero dorato 

§ Settembre 2021 - Lo specchio

§ Ottobre 2021 - Halloween


Welcome to the dark side!

A partire dal 31 ottobre 2020, e mai data fu più propizia, avrà inizio una nuova challenge annuale, attraverso la quale esploreremo il lato oscuro della letteratura!

La #redingthedarkchallenge nasce da un'idea mia e di Ambra di Sonosololibri (l'avete conosciuta -> qui), con la quale speriamo di accompagnarvi, muniti di lume (che come già sapete si spegnerà nel momento meno opportuno), attraverso i bui corridoi di un filone letterario ancora poco mainstream nel nostro paese, ma che è stato un pilastro portante della letteratura moderna.

"Redingthedark" (read - in - the - dark / reading - the - dark... eh?) perché pensiamo sia il perfetto connubio tra le atmosfere gotiche che andremo ad evocare e l'idea di leggere con la luce spenta sotto la coperta e lasciarsi trascinare degli strani eventi che accadranno.
E perché gli altri nomi che avevamo pensato erano decisamente impronunciabili.

Tre generi connessi tra loro, Gotico, Horror e Weird, che sono la naturale evoluzione l'uno dell'altro. Dodici temi, uno al mese, che offrono un notevole bacino di scelte e permettono di pescare sia dalla letteratura più classica, sia da quella contemporanea.

Io ed Ambra forniremo consigli mese per mese, in modo da dare una traccia anche a chi non sa proprio da che parte rifarsi.

Per partecipare, in qualsiasi momento, scrivete un DM a me (Louchobi) o Ambra (Sonosololibri) su Instagram (cliccando sui nostri nomi verrai teletrasportato lì)!


Novembre 2020 - L'alba dei tempi - Un gotico scritto prima del 1900

Siamo alle origini del genere, alla sua biforcazione dal fantastico per tematiche e generi che si discostano dal genitore per gli argomenti legati all'ignoto, alla paura, allo spiritismo, al brivido e al macabro, che unisce ad elementi romantici o classico-scientifici.

Sviluppatosi agli albori del XIX secolo ha avuto un successo innegabile nei paesi anglosassoni, con tematiche spesso legate a spiritismo appunto, castelli, antiche leggende e luoghi cupi, infausti dove il male, l'oscurità dell'animo umano o perfide forze sovrannaturali avvolgevano il lettore in nebbie oscure di terrore.

Essendo pur vero che moltissimi dei testi che potrei suggerire sono straconosciuti da chiunque abbia studiato anche solo le basi della letteratura anglofona, ci tengo a suggerirne alcuni a cui, per ragioni più o meno personali, mi sento legato.


Il Dizionario enciclopedico italiano sancisce che l'iniziatore della letteratura gotica moderna è considerato Horace Walpole con il suo romanzo breve Il castello di Otranto del 1764, primo fra i consigli che sento di darvi in questa prima tornata della challenge, non l'ho letto, è un buon candidato.


Dracula del 1897, inutile dilungarsi in presentazioni, sceglite l'edizione che preferite e lasciate che gli affilati canini del Conte Vlad vi rubino l'anima tra le pagine del libro.

Non riuscirò mai a districarmi su quale sia l'edizione migliore da consigliarvi quindi fare un po' voi: io ho questa (clicca QUI per vedere la mia edizione).


Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde, del 1886, è un racconto gotico dello scrittore scozzese Robert Louis Stevenson e fu uno dei primi libri che lessi in inglese, per la scuola, ed odiai cosi profondamente che mi rifiutai anche solo di sentirlo nominare.

Per poi riconoscere, oggi, quale infinito tesoro di saggezza è e quanto ancora attuale siano le sue tematiche e originale la sua trama.


Frankenstein o Il moderno Prometeo dall'autrice britannica Mary Shelley (di cui vi straconsiglio l'edizione che trovate cliccando QUI) che vede il suo nascere attorno alla prima metà di quel secolo (anche se da noi arrivò molto, molto più tardi).

Per me fu fonte di ispirazione e di scoperta, forse fu il primo romanzo che mi avvicinò al mondo della fantascienza.
E no, non è il mostro che si chiama Frankenstein!
A scrivere queste due righe mi è venuta voglia di una rilettura in italiano… chissà, se mi avanza un pochino di tempo ne approfitterò!


Il giro di vite, di Henry James, apparso per la prima volta nel 1898 (stiamo a pelo nel task della challenge ma non si poteva non citare) è tornato alla ribalta negli ultimi mesi grazie a Il mistero di Bly Manor, serie da brivido su Netflix che sta passando in questi giorni a tenere svegli i suoi fan più assidui.

Ne approfitto per suggerirvi di leggerlo in lingua originale per non perdervi diversi piacevoli giochi di parole, o di buttarvi tutto d'un fiato sulla nuovissima edizione Nua che trovate cliccando sulla casa editrice.
James ha, a mio parere, ideato un modo nuovo ed originale (al tempo, oggi abusatissimo) di presentare i suoi fantasmi, i suoi spiriti tormentati e le sue ambientazioni vittoriane che lo rende un capostipite indubbio del genere tanto da aver ispirato più opere (letterarie o cinematografiche, una tra tutte The others con l'intramontabile Nicole Kidman e... qualcuno ha detto American Horror Story?) di moltissimi altri autori.

Il monaco del 1796 di Matthew Gregory Lewis, (non c'è edizioni migliore di quella che troverete cliccando qui) e qui siamo agli albori. L'ho iniziato svariate volte e non sono mai riuscito a proseguirlo perché è necessaria una motivazione non indifferente ed un compagno di letture molto convincente ma è assicurata la soddisfazione a sfida ultimata.
Se qualcuno vuole proporsi per la sfida è ben accetto!





Melmoth l'errante o Melmoth l'uomo errante, di Charles Robert Maturin, prozio di Oscar Wilde, pubblicato in Gran Bretagna nel 1820 e disponibile in questa straordinaria edizione (che trovi cliccando QUI).

Purtroppo l'edizione UTET non è al momento più disponibile, semmai voleste darle una sbirciatina vi invito volentieri in cambio di un tè insieme!
Quando il romanzo è stato descritto da Lovecraft come "un enorme passo nell'evoluzione del racconto d'orrore", è stato citato da Karl Edward Wagner come uno dei 13 migliori romanzi dell'horror soprannaturale, Thomas Disch lo pose al numero quattro nella sua lista delle classiche storie fantastiche e Devendra P. Varma rappresenta "il coronamento del romanzo gotico" ho pensato: "cosa diamine potrei dire io per convincervi a dargli una letta?" 
E poi ho capito: è in offerta cliccando QUI!


COSA LEGGERO' IO? 

Il vampiro. Storia vera, del 1869, del mio conterraneo il parmigiano Franco Mistrali, edito recentemente per La biblioteca di Lovecraft da Arcoiris edizioni (cliccaci sopra per leggerne l'articolo).


IL CONSIGLIO LGBT DEL MESE:


Senza ombra di dubbio Carmilla del 1872 di Sheridan Le Fanu, la prima vampira protagonista di una detective story gotica e imprevedibile.











Torna all'indice ^


§ Dicembre 2020 - Spegni la luce (con una casa infestata o maledetta)

Eccoci arrivati alla seconda task della Challenge, dove le cose cominciano a farsi belle impegnative, i brividini cominciano a formarsi e, purtroppo, i titoli a scarseggiare perché se avessi dovuto stilare questa stessa lista anche solo in inglese avrei probabilmente avuto almeno 10 volte tanti titoli a disposizione ma l'editoria italiana, ormai lo sappiamo, snobba un po' i generi che vogliamo esplorare e quindi ecco cosa ho trovato per accompagnarvi questo mese e, non dimenticate, accendete la luce!

 

Una casa infestata è prima di tutto una casa invenduta.
- dal Manuale dell'agente immobiliare di Villamara


Casa di foglie di Mark Z. Danielewski
Clicca qui! 

Come non presentare il weird con Casa di foglie di Mark Z. Danielewski, il rappresentante del weird in questa lista di consigli, un must have che non può mancare nella libreria, sempre che vogliate tenerne una copia quando avrete finito di leggerlo... 

Un incubo fatto di carta che vi porterà a rigirarvelo tra le mani, leggerlo a testa in giù, rileggere e rileggere interi capitoli, tornare indietro, andare avanti, ridere, piangere e tremare di paura.
Claustrofobico, folle, disorientante.
Una lettura diventata mito, riedita di recente in una versione completa che troverete QUI.
E non si può leggere questo capolavoro senza l'aiuto di questa fantastica GUIDA.


 

Con L'incubo di Hill House e Abbiamo sempre vissuto nel castello di Shirley Jackson abbiamo le due più famose opere di Shirley Jackson che sono qui perfettamente a loro agio in due versioni diverse tra loro ma che tanto hanno in comune.



La casa stregata per eccellenza che in Hill House incarna l'anima della paura, del dolore, della follia e la delicata residenza Blackwood dove personaggi strani e surreali si muovono sullo sfondo di un mondo anche troppo reale, si interfacciano al lettore come una delle migliori espressioni del gotico weird dell'intramontabile musa di Stephen King.




The Shining Stephen King
Clicca qui! 
Parlando dello zio King come non citare il suo Overlook Hotel, protagonista di 

Shining, un luogo iconico dove il male è così forte da trattenere ciò che di più terribile vi avviene.

Un romanzo cult del genere horror di cui ormai è diventato un classico, dal libro all'adattamento cinematografico di Kubrick con l'agghiacciante Jack Nicholson.

Passando ad un orrore più anni 70-90 mi viene in mente Kill Creek.
Kill Creek di Scott Thomas
Clicca qui!



Di Kill Creek di Scott Thomas abbiamo ampiamente parlato QUI (clicca per leggere l'articolo dedicato) e credo non sia necessario dire altro: un libro fresco e moderno che strizza l'occhio al caro, vecchio e classico buon horror come si deve.

Per chi è agli inizi è un ottimo punto di partenza per scoprire il genere horror, per chi è un lettore più rodato può senz'altro apprezzare i mille riferimenti di cui parlo nell'articolo. 
Consigliatissimo!



Il condominio di J. G. Ballard
Clicca qui! 

Perchè invece di una villa, un appartamento, un hotel... non è Il condominio ad essere infestato? Un po' come per quello in cui Ballard fa accadere ogni genere di violenza e distruzione in una storia weird che poco ha di soprannaturale, purtroppo.

"Il grattacielo londinese di vetro e cemento, alto quaranta piani e dotato di mille appartamenti, è il teatro della generale ricaduta nella barbarie di un'intera classe sociale emergente. Viene a mancare l'elettricità ed è la fine della civiltà, la metamorfosi da paradiso a inferno, la nascita di clan rivali, il via libera a massacri e violenza. Il condominio, con i piani inferiori destinati alle classi inferiori, e dove via via che si sale in altezza si sale di gerarchia sociale, si trasforma in una prigione per i condomini che, costretti a lottare per sopravvivere, danno libero sfogo a un'incontenibile e primordiale ferocia." 
 
Prospettive Ingannevoli F. E. Feeley
Clicca qui! 
La maledizione di Timber Manor F. E. Feeley
Clicca qui! 




Originale e non troppo spaventosa è la saga delle Memorie delle ombre umane.
Dei primi due titoli, editi da Triskell edizioni, ne ho parlato qui (La maledizione di Timber Manor) e qui (Prospettive ingannevoli).

Un mix di romance, thriller e soprannaturale dove le case sono il ricettacolo di antiche ombre che infestano luoghi dove il tempo si ferma



Lo studio della morte di Riccardo Murari
Clicca qui! 


Ne Lo studio della morte di Riccardo Murari (clicca QUI per leggere l'articolo che gli ho dedicato), un originalissimo weird mistery, la casa svolge un ruolo di contenitore, di setting, dove la storia si dipana e nella quale scorrono le vicende che capitano ai personaggi. 




Cosa leggerò:

L'ospite di Sarah Waters
Clicca qui! 

Dal sapore antico: L'ospite di Sarah Waters, una ghost story che trasporta in un mondo gotico e surreale, con una strizzata d'occhio alla questione psicopatologica dello spiritismo, dove la razionalità umana cede il posto ad istinto e paura quando alle strette, nel buio di una stanza, in una casa che fa impazzire.



La casa di Mats Strandberg
Clicca qui! 

Horror moderno: La casa di Mats Strandberg, una storia di orrore moderno, di derivazione nordeuropea che negli ultimi anni ha lasciato letteralmente a bocca aperta tutta Europa con la rivelazione di geni della letteratura, ci porta ad interfacciarsi con la vita di una figlia dai trascorsi dissoluti e disastrosi che deve occuparsi dell'anziana madre affetta da demenza.

Porterà la madre in una casa di riposo dove personale qualificato possa occuparsene ed è qui, in questo tipo di casa, che si svolge la nostra oscura e terribile storia.
Cosa succede agli anziani ricoverati in quella casa di riposo?
Può la loro condizione patologica essere così terribile, o c'è dell'altro?


Le lunghe ombre di Ottobre di Kristopher Triana
Clicca qui! 

Una nuova uscita ad hoc: Le lunghe ombre di Ottobre di Kristopher Triana, edito Dunwich edizioni che ringrazio per la copia digitale e di cui ho parlato più approfonditamente in un articolo dedicato (clicca QUI per leggere l'articolo).

Una magione infestata da un mostro mai conosciuto prima, mistero e terrore accompagnano le notti di Ottobre in cui si svolgono i fatti che vedono svolgersi una festa all'interno della villa dove nulla andrà per il verso giusto.


La casa infestata di Place du Lion d'or
Clicca qui! 

Una gioia per gli occhi: La casa infestata di Place du Lion d'or edito Abe editore, un piccolo tesoro illustrato, una storia di spiriti e case infestate d'altri tempi che mescolano i brividi alla nostalgia.

"Questo libro raccoglie tutte le testimonianze su questo Amityville Horror del 1786, fra resoconti di prima mano, pubblicazioni anonime e rielaborazioni narrative, fra cui la sorprendente reinterpretazione che del caso fece Charles Dickens in uno dei suoi racconti natalizi.
Quello del fantasma di Place du Lion d'Or è un perfetto esempio di caso ancora aperto: la cui soluzione definitiva ci sarà, forse, inevitabilmente preclusa, ma che invita in ogni caso al piacere dell'indagine."



Chasing Ghosts di Dean Cole
Clicca qui! 

La scelta LGBT in lingua del mese: Chasing Ghosts di Dean Cole, un perfetto esempio di scrittura moderna, originale ma non troppo, ironica e avvincente storia di fantasmi.

Un gruppo di ghosthunters, due giornalisti e uno scrittore sono ospiti per un weekend di Hilderley Manor, un luogo che si dice infestato e su cui si raccontano storie da brivido da sempre.
Colpi di scena e inaspettati twist di trama faranno luce su un mistero che cerca di comunicare col nostro mondo dai remoti abissi dell'aldilà mentre le vicende umane si susseguono in un weekend ectoplasmatico.
Ho trovato solo un po' deboli i dialoghi tra i personaggi in alcuni momenti un po' forzati ed il livello di inglese è un filino sopra i miei standard, tuttavia è scorrevolissimo.


E per questo mese è tutto, miei adorati Amicony, ci leggiamo il prossimo mese per aggiornarci sulle nostre paurosissime letture da brivido!
Buona notte e, sogni d'oro...
 

Torna all'indice ^


§ Gennaio 2021 - Altri mondi (internazionale)

Gennaio 2021... ci siamo arrivati.
Servirebbe un badge o una spilletta scout o un bollino sulla fronte per lasciare ai posteri che "I survived the 2020" ma sarebbe un ricordare brutti, bruttissimi eventi che non vogliamo ricordare ma che dobbiamo sempre e per sempre conservare nelle nostre esperienze affinchè tutto il male che è avvenuto possa averci cambiati, resi più forti e averci dato l'opportunità di credere nella fiducia e nel prossimo.
Continuerò a sperarlo.
Ma ora affrontiamo l'anno nuovo con una lettura da brividini che ci porti in altri mondi, altre dimensioni, altre lingue, altre realtà, un po' come per esorcizzare il passato e augurarci un nuovo anno pieno di sorprese ed esperienze nuove!

Siccome l'argomento del mese è lasciato volutamente generico, vi lascio la mia interpretazione del tema con qualche consiglio...


[New Weird] Cominciamo con un salto a metà tra fantascienza, weird e terrore cosmico con Trilogia dell'Area X di Jeff Vandermeer, trasposta per il piccolo schermo da Netflix in Annientamento che vi consiglio di vedere fosse anche solo per la regia e la fotografia che sono spettacolari.
Jeff Vandermeer è colui che ha coniato la prima definizione ufficiale di New Weird e non poteva mancare nelle nostre liste che vanno via via allungandosi mese dopo mese.
In questo viaggio tra due mondi dove una zona della Terra viene mescolata a quella aliena di un qualcosa di sconosciuto altera le leggi della fisica e della biologia trasformando animali e le piante e manipolando lo scorrere del tempo abbiamo la Southern Reach, l'agenzia governativa che deve esplorarla e nasconderla all’opinione pubblica.
Ma chi o cosa ha generato l’Area X?
E qual è il vero scopo della Southern Reach?
Saltiamo dall'orrore cosmico al pragmatismo scientifico, dal razionale al weird, entriamo nell'Area X.

[Old but gold] La ricerca onirica dello sconosciuto Kadath di Howard Phillips Lovecraft è un viaggio in uno degli universi meno conosciuti del solitario di Providence. 
Come forse tutti ormai sanno, Lovecraft diceva di prendere spunto per le sue deliranti idee dai suoi stessi incubi ed è strano come siano meno noti al pubblico proprio gli scritti che riguardano il mondo Onirico, reale quanto il nostro e terribile quanto la realtà stessa, partorita comunque, come è noto, dagli incubi di Azatoth. 
La dimensione onirica ha infatti per l'autore un'importanza quasi fondamentale nella sua cosmogonia e rende il lettore parte di un universo infinito, ancora più grande e pericoloso di quanto si fosse mai temuto.
Parte del Ciclo dei Sogni, questa Opera Onirica è una delle più folli che abbia mai letto.
Nota per chi lo leggerà: se a qualcuno di voi dovesse incuriosire la faccenda dei gatti... seguite I gatti di Ulthar come prossima lettura...


[New, epic and GirlPower] The Hollower di Mary Sangiovanni fa parte di una trilogia moderna ispirata da uno dei più celebri mostri resi famosi da mille leggende Creepypasta degli ultimi anni.
Ad una veloce e superficiale occhiata può sembrare che si parli dell'onnipresente Slenderman di cui ormai sappiamo più che di Babbo Natale ma questo, Amicony, è un qualcosa di nuovo e originale.
L'autrice ha il merito di aver creato un mondo e di usarlo nelle sue opere come ambientazione simile alla nostra realtà ma con quel qualcosa di diverso. Forse.
Vi rimando agli articoli che ho scritto per i diversi titoli della serie, per quanto siano tranquillamente leggibili anche come stand alone, vi consiglio di leggerli in sequenza: The Hollower , Found You.


[American gods] Dead Sea di Tim Curran ancora orrore americano, mostri innominabili e realtà alternative in questa opera delirante e dissacrante. 
Uno dei libri più belli letti nel 2020 che vi assicureranno incubi e tremarelle notturne oltre che brividini anche durante il giorno.
Ottimo per chi, come me, ha rinunciato ad andare al mare, vi toglierà la voglia di darvi ad una crociera e sappiate che ogni sicurezza è bandita ed ogni certezza è una condanna a morte.
Vi rimando all'articolo in cui ne ho parlato QUI.


[Sad, cruel, dark] Baltimore: Il tenace soldatino di stagno e il vampiro di Mike Mignola e Christopher Golden una favola nera e fosca, dove diavolo si svolge, dov'è ambientata?
Scritto da Mike Mignola, creatore di Hellboy, e illustrato da Christopher Golden, questo piccolo capolavoro è qualcosa di assolutamente imperdibile, che vi farà scendere una lacrima mentre vorrete guardarvi alle spalle per timore di essere osservati dal buio ma, credetemi, è straconsigliato.
Ah, la storia della lacrimuccia non è tanto per dire, tenete i fazzoletti vicini mentre lo leggete.


[Delirious horror from Hell] Jakabok - Il Demone del Libro di Clive Barker gloria e onore al Sommo Signore delle Tenebre Letterarie.
Vabbeh, ragazzi, io Clive Barker lo amo tantissimo sia come persona che come artista.
Questo libro è un delirante viaggio tra i mondi, in un passato inimmaginabile dove il Male si nasconde nei luoghi più inaspettati.
Come funziona all'Inferno quando sei una sirenetta di Andersen che vuole vivere nel mondo lassù?
Attraverso gli occhi del nostro diavoletto del cuore percorriamo la sua vita partendo dalla sua morte, sempre che possa davvero morire, e ripercorriamo la vita di quello che è diventato noto al mondo come "il Demone del libro" perchè, in fondo, siamo tutti libri di sangue.


Amicony con questo concludo i miei consigli di questo mese, ci vediamo su Instagram, Telegram e ovunque ci porti la magia della lettura quest'anno ma lasciamoci per ora con una promessa: non smettete mai di sperare!
Buona vita, buon anno e buone letture!


Torna all'indice ^


§ Febbraio 2021 - Auuuu (con al centro una creatura non umana)

Bentrovati miei tenebrosi Amicony in questo febbraio uggioso, umido e pieno di brividi di freddo e di paura.
Per questo mese ci concentreremo su quelle narrazioni che hanno come tema centrale una creatura "non umana".

Una creatura non umana è una creatura che, nella letteratura che trattiamo in questa challenge, ha il potere di rappresentare qualcosa, un punto di vista che serve a rispecchiare l'uomo stesso che si interfaccia con un qualcosa di altro da se e che spinge ad una profonda riflessione proprio sulla nostra stessa natura, su quello che è nascosto nei più oscuri recessi della nostra anima o su quanta luce è pronta ad esploderci dentro per vincere sul Male.
Oppure semplicemente per portare all'estrema conseguenza una delle potenzialità della nostra società o della nostra natura in un costante "cosa faremmo se...?" come nella fantascienza ma in modo decisamente più crudo e diretto.

Una delle domande che dovrete farvi una volta terminato uno dei libri di questo mese è: chi è il vero mostro?

Voglio proporvi qui qualche titolo che può tranquillamente unirsi ad altri già nominati prima (inutile dire che titoli come Frankenstein o Dracula siano validi tanto quanto gli altri proposti) ed ovviamente si parla sempre di mostri per cosi dire umani, soprannaturali, strani, diversi, cattivi o buoni, ma pur sempre con quel qualcosa che ci ricorda dove sono le nostre radici e dove potrebbero andare ad arricciarsi i rami della nostra anima. 


Cominciamo con un classico dell'horror moderno, portato anche al cinema decenni orsono e di cui vi consiglio anche la visione (dopo aver letto il libro).
Un capolavoro del genere scritto da Clive Barker, creatore del più famoso Hellraiser, Cabal, rappresenta un sunto della visione del mostro nell'horror, nella società e nella psiche umana.
In questo libro che rappresenta uno dei capisaldi della bibliografia barkeriana, abbiamo un mostro che non sa di esserlo che viene accolto da una società di mostri che sanno di esserlo ma che, forse, sono più umani della società che li ostracizza.
(è difficilotto da trovare, come un po' tutto di Barker, ma si trova, si trova...)

 

Sorridiamo con un tocco di malizia e immegiamoci in Orgoglio e pregiudizio e zombie, scritto da Seth Grahame-Smith in collaborazione platonica con Jane Austen.
Per chi, come me, adora le atmosfere e le intricate trame della Austen non può che apprezzarne la versione della dimensione parallela, dell'universo specchio potremmo dire, in cui le campagne attorno a Londra sono sovrappopolate da zombie in cerca di carne fresca.
Ma la loro presenza non disturba la trama romantica e frizzantina della nostra Elisabeth Bennet e del suo impavido e scontroso Mr Darcy.
Piccola nota: il film che è stato cosiddetto tratto dal romanzo non c'entra praticamente quasi nulla col libro se non nell'atmosfera generale della trama.
Consiglio una rilettura dell'originale prima di immergersi tra zombie e stiletti e crinoline.

 

Romantico e insanguinato mi fa pensare ad Anne Rice, la zia oltreoceano che ci racconta di eteree creature un tempo umane ma che ora sono così lontane eppure così simili a noi nelle Cronache dei Vampiri con il suo capostipite Intervista col Vampiro, saga infinita e che non si lascia andare dalla prima pagina del primo libro all'ultima dell'ultimo libro che ancora non è stato scritto.
Oltre ai vampiri, Anne Rice è famosa per aver scritto anche la saga delle Streghe di Mayfair dove Lo schiavo del tempo è l'esempio più appassionante di creatura che non è mai stata umana e, stand alone, La mummia, una creatura che non se ne ricorda più.

 

Il buon vecchio zio Stephen King, invece, ci racconta di mostri non umani in talmente tanti suoi libri che sarebbe inutile fare un elenco, a partire da It, ma soffermiamoci sui suoi mostri completamente non umani: Cujo, il cagnone che porterete sempre nel cuore nonostante abbia diviso la critica (a me è piaciuto parecchio) e Christine la macchina infernale, splendore horror weird ante litteram che vi farà fare grasse risate e terribili brividi.

 

Parlando di weird torno a nominarvi il buon Vandermeer con Borne, un'avventura al limite tra scienza e fantascienza in una commistione di generi che vi lascerà senza fiato, e senza lacrime da quel che ho sentito in giro.
Se qualcuno vuole unirsi alla lettura, ben volentieri dovrei riuscire a recuperarlo e lo leggiamo insieme!

 

Vilupera di Luca Mazza, Jack Sensolini e splendidamente illustrato da David Genchi rappresenta un po' la novità del mese perchè ho scoperto questi ragazzi di recente e vi posso assicurare che il livello di Grim Dark Fantasy e di Spaghetti Fantasy qui è a livelli altissimi.
La vilupera è una creatura pericolosa e spaventosa, non è proprio la protagonista non umana della storia ma vi assicuro che amerete questo folle libro e vorrete saperne di più.
Vi lascio la quarta:

Penumbria, Regno di Taglia: una terra senza santi né eroi, in balia di mercenari e fuorilegge, stretta fra le lame di una crociata eterna e la fame di una fauna mostruosa. Mentre Lutti e Malavita si contendono il feudo di un eretico e un diabolico cardinale cospira per instaurare un ordine nuovo e duraturo, due stranieri senza passato spargono sangue e leggenda nelle contrade tra gli Appenninferni e il Maladriatico. Sono una cacciatrice di taglie e un mattatore di bestie e si fanno chiamare la Lebbrosa e il Barbiere.
Niente di epico, niente di etico.
Tra un matrimonio e molti funerali, solo ombre e acciaio.
Letale come le zanne di una vilupera.

 

Io leggerò, con buona pace delle mie diottrie e dei miei tricipiti da lettore, I morti viventi, di George Romero e Daniel Krause edito in Italia da La nave di Teseo che ringrazio per la copia che ci ha fornito per poterla leggere e valutare insieme.

Comincia con un solo corpo. Due medici legali si imbattono in un cadavere che non resterà morto a lungo. Poi si diffonde rapidamente. In un villaggio di case mobili del Missouri, un’adolescente deve difendersi da amici e parenti appena resuscitati. Su una portaerei americana, i marinai devono nascondersi dai commilitoni morti, mentre un fanatico predica il vangelo di una nuova religione della morte. In uno studio televisivo, l’unico giornalista sopravvissuto continua a trasmettere senza sapere se c’è ancora qualcuno a guardarlo, mentre i suoi colleghi non-morti minacciano di irrompere in diretta. A Washington, un dipendente federale autistico traccia quest’epidemia, raccogliendo i dati per un futuro che potrebbe non arrivare mai. Dovunque, le persone sono prese di mira sia dai vivi che dai morti. Pensate di sapere come finisce questa storia? Vi sbagliate.

Per quelli che, come me, con Romero hanno imparato cos'è uno zombie, si prospetta una lettura fantastica e nostalgica al tempo stesso...
Unitevi a me e Ambra in questa avventura scritto da colui che ha reinventato la figura dello zombie!

Eccoci in fondo, se avete altri titoli da suggerire vi prego di dirmelo, i canali li conoscete e, se ancora non ci siete, unitevi alla folle compagnia del brivido!

Buona vita e al mese prossimo!


Torna all'indice ^


§ Marzo 2021 - L'altro della strega (scritto da una donna)

 

Tenebrelly ben ritrovat3!
Questo mese è tutto rosa, oltre che per la celebrazione dell'8 marzo: rosa di tenebra, rosa oscuro per celebrare tutte le affascinanti principesse dell'oscurità e le sensuali demoniette che fanno parte del nostro bellissimo gruppo e alle quali regalo una mimosa intinta di sangue con tutto il mio oscuro amore.

Un'autrice, una donna, nel panorama dell'horror italiano è praticamente più rara di una copia di Ossessione di Stephen King, anche se devo dire con somma soddisfazione che il fenomeno sta quasi simmetricamente invertendo la tendenza rendendo, sempre con maggior enfasi, il genere horror più appassionatamente seguito, prodotto e studiato proprio da autrici e lettrici.
Considerando, poi, che tra i capisaldi del genere grottesco e horror ci sono nomi che sono più che leggendari tra le autrici e il genere weird nasce dal lavoro in tandem dei VanDerMeer, possiamo affermare che quello che abbiamo è di una qualità eccellente e quello che avremo tantissimo da aspettarci dal futuro.

Di tantissime abbiamo parlato precedentemente in altri task dei mesi scorsi perché fanno parte di quelli che sono i capisaldi della letteratura del nostro amato genere che, spero tantissimo, stiate imparando ad apprezzare di più.

Quindi inutile ripetere nomi come Shirley Jackson o Mary ShelleyAnne RiceSarah Waters o Mary Sangiovanni di cui ho parlato anche in precedenza e che sono compresissime tra i titoli papabili di questo mese (se cliccate sui loro nomi tornate su, dove ne abbiamo parlato).

Mi propongo quindi di raccomandarvi autrici e titoli abbastanza famosi da essere conosciuti qui da noi e di sicura reperibilità, con il suggerimento di cercare anche per conto vostro qualche nome che possiamo poi aggiungere a questa lista! 

[Sangue e tenebra] Laurell K. Hamilton Serie di Anita Blake

Ne avrete sentito parlare, forse avrete letto qualcosa o sicuramente avete un amico o un conoscente che l'ha letta, amata e ve l'ha consigliata.
Una serie tra le più longeve, 27 titoli per la saga principale oltre i vari spin-off, miniserie e serie parallele, un'autrice di indiscutibile talento che ha fatto della sua eroina Anita Blake un modello di genere unico e distinto, una figura nuova e originale in un panorama saturo di machismi e fascino al testosterone, una cacciatrice di vampiri-negromante che snoda le sue avventure nelle tenebre in un clima di dark fantasy urbano, misticismo e magia.


[Gotico italiano] Ann Radcliffe I misteri di Udolpho, Romanzo Siciliano, Il mistero della foresta

Ann Radcliffe è una scrittrice che visse e produsse alla fine del diciottestimo secolo ma di cui poco si conosce sia per via della sua vita molto riservata e senza particolari eventi significativi, sia per il fatto che, come scrittrice, al suo tempo era una luce di sfrontatezza e originalità che faceva saltare il doppio petto degli scrittori affermati e che faceva battere forte il cuore delle giovani lettrici che trovavano nelle sue storie ben altro intrattenimento di quello a cui erano abituate.

I suoi romanzi sono intrisi del fascino gotico che si sta affacciando nel mondo letterario dell'epoca e delle meravigliose esperienze che lei e il marito vivevano nei loro numerosi e appassionati viaggi (per lo più sovvenzionati dal lavoro di lei).

Apro le danze con Il mistero della foresta che ebbe alla sua uscita un successo clamoroso e ad esso si ispirarono in seguito molti grandi scrittori del XIX secolo: da Jane Austen a John Keats, da Mary Shelley a Honoré de Balzac, da Edgard Allan Poe a Charles Dickens a Wilkie Collins, divenendo una fra le opere antesignane del genere gotico (avremmo dovuto parlarne nella prima tappa, uh?). 
 
I misteri di Udolpho segue le vicende di Emily St. Aubert che soffre, oltre ad altre disavventure, della morte del padre, terrori soprannaturali in un castello e le macchinazioni di un brigante italiano.
A rimarcare che ne potevamo parlare prima, questo titolo contiene tutti gli elementi del romanzo gotico: situazioni di terrore fisico e psicologico, eventi apparentemente soprannaturali, castelli remoti e in rovina, la presenza di un nemico e di un'eroina perseguitata.
 
Di minor impatto ma di sicuro effetto Romanzo siciliano racconta della decadenza e degli intrighi che permeano la storia della famiglia aristocratica dei Mazzini, vista dal punto di vista di una turista intrigata dalle storie di un monaco che incontra tra le rovine del loro castello sulle coste settentrionali della Sicilia. 
 


[Storico distopico] Alma Katsu The hunger

Il titolo che personalmente leggerò questo mese è The hunger di Alma Katsu.
Titolo piuttosto controverso che ha diviso la critica e l'opinione dei lettori, questo libro racconta la spedizione Donner, una delle più famose e celebri disavventure della storia dell'America al tempo dei pionieri e del selvaggio west.
La storia che viene raccontata è quella di un mistero inimmaginabile nella sua terribile realtà che si nasconde nella storia dietro il terribile fallimento della missione.
Vi lascio la sinossi e, se vi va, fatemelo sapere che lo leggiamo insieme!

1846. Dopo aver viaggiato per settimane verso Ovest, in direzione della California, un gruppo di pionieri si trova di fronte a un bivio. Per il leader della spedizione, George Donner, è il momento di fare una scelta. Davanti a lui, infatti, due strade che conducono alla stessa destinazione. Una è già nota come una pista sicura, ma dell'altra, ancora sconosciuta, si vocifera che potrebbe essere più corta. La decisione di Donner avrà ripercussioni sulle vite di tutti coloro che sono in viaggio con lui. Il caldo cocente del deserto sta per lasciare il posto a venti pungenti e a un freddo acuto in grado di congelare il bestiame. Spinti verso la follia dalla fatica e dalle privazioni, i membri del gruppo dovranno lottare per la sopravvivenza. Mentre i bambini cominciano misteriosamente a scomparire. Ma la minaccia più pericolosa che i pionieri dovranno affrontare non è la furia della natura, bensì qualcosa di più primitivo e feroce che si sta risvegliando.


[Creepy Weird] Angela Carter Nell'antro dell'alchimista

Ormai un paio di anni fa sono venuto a conoscenza di una autrice che non avrei mai pensato mi avrebbe cosi tanto affascinato e appassionato.
La mia passione per i racconti e le raccolte unite da un fil rouge comune, di genere o di contenuto, non mi hanno quasi mai deluso, ma in Angela Carter ho scoperto qualcosa che avrebbe ridefinito in parte concetti come weird, realismo magico e letteratura erotica.

Questa donna ha il potere particolare e speciale di evocare con la sua scrittura una dimensione parallela e onirica che non ho mai avuto il piacere di sperimentare con qualsiasi altro autore: leggendola si ha proprio come l'impressione di essere catapultati in un'altra dimensione a fianco alla nostra dove tutto è uguale ma distorto e deviato.

Non è possibile descrivere pienamente la scrittura intima della Carter, ad ognuno tocca il cuore in modo diverso.

La raccolta di racconti Nell'antro dell'alchimista l'ho recensita qui sul blog e la trovate QUI con altri interessanti link e riferimenti per approfondire l'autrice (di recente è uscita anche la seconda parte della raccolta).


 [Wonderful New World] W.o.W. Women of Weird - Autrici Varie

Edito Moscabiancaedizioni questo libro ci regala una collezione di racconti tutti scritto da donne, stupende autrici, che ci conducono in una realtà onirica e fantastica, dove il femminino è la costante, in tutte le sue infinite, strane e imprevedibili forme.
Non c’è stato un solo racconto tra 12 che abbia trovato meno perfetto degli altri per raccontare la fantasia immaginifica del potere della Dea.
Racconti diversi, generi diversi, autrici diversissime ma con una costante che unisce tra loro questi viaggi misteriosi: il potete del femminino trasceso a forma scritta.

 

Ed eccoci arrivati in fondo alla lista del mese, come sempre aspetto nuove e fantastiche proposte per integrarle!
Ci sentiamo su Telegram nel gruppo dedicato, su Instagram e nei vostri incubi, come sempre!

P.S.
Odio regalare mimose, quindi regalo una rosa virtuale a tutte le mie adorate Tenebrine dentro e fuori ed un bacio speciale ad ognuna di voi...

 

Torna all'indice ^


§ Aprile 2021 - Distorsioni (raccolta di racconti)

Raduniamoci tutti attorno al fuoco oscuro del nostro campeggio primaverile nel bosco delle tenebre e godiamoci il fresco del crepuscolo raccontandoci storie di paura, che rinfranchino l'animo e scaccino gli incubi nei quali stiamo per cadere.

Sapete che l'horror nasce proprio sotto forma di racconto?
Io sono un enorme divoratore di racconti di tutti i generi, i racconti servono ad approcciarsi ad una realtà che non si conosce, ad esempio, o a conoscere rapidamente nuovi nomi per farsi un'idea anche di nuovi talenti o per immergersi in qualche autore classico o importante che si conosce poco.

Personalmente la raccolta di racconti mi da anche un'idea di cosa quella casa editrice tratta ed in che modo e la considero la forma di biglietto da visita migliore sia per un lettore occasionale ma appassionato sia per il lettore di nicchia super informato ed esperto.

Adoro le raccolte di racconti contestualizzate, magari con un approccio antologico per ogni racconto ed ogni autore.

Ecco la mia personale selezione di consigli e letture per questo mese, quindi, ma sappiate che non sarà mai nemmeno lontanamente esaustiva.

Una scrittrice che non ho citato nel mese precedente perché volevo riservamela per questo giro è Joyce Carol Oates di cui Il collezionista di bambole è una delle migliori raccolte che abbia letto, sia del genere.

Potete trovare QUI (cliccaci sopra per andare direttamente alla pagina) l'articolo in cui ne ho parlato anni fa in occasione della sua uscita nell'edizione italiana a cura de Il Saggiatore.


E poteva mancare la dolce e cara zia Shirley?
Non possiamo farci mancare il suo delirante e spiazzante Paranoia, libro che raccoglie non solo alcuni suoi racconti ma anche suoi appunti, disegni e curiosità sulla nostra Jackson preferita.
Vi avviso però: su alcuni racconti resterete spiazzati e perplessi perché hanno quel bisogno di essere condivisi e confrontati con altri che ha portato questo libro ad essere al centro di mille gruppi di lettura e club del libro.
Il racconto che da il titolo alla raccolta rimane il migliore di tutti e costituisce il mood dell'intera antologia. 



Rimaniamo tra i nomi noti e famigliari col buon zio Stephen (avete mai notato quanti zii e zie ci sono tra gli appassionati di libri?) e buttiamoci su uno dei suoi ultimi libri che è una raccolta di racconti, Se scorre il sangue, che, da quel che mi hanno detto in molti, ci riporta un po' alle atmosfere del buon vecchio King.
Non l'ho ancora letto e vorrei farlo questo mese, nel frattempo mi sono cullato con il video fatto da Stephen King stesso in cui legge un brano del libro con la sua leggendaria e discutibile verve… 


Forse non lo conoscete ma vi sarà di grande ispirazione per conoscere una casa editrice che io amo come la Dunwich, ma Una geografia delle tenebre è uno dei migliori libri di racconti dark moderni che abbia letto e, wow, è di un autore italiano!

Potete leggere il mio articolo recensione QUI (cliccaci sopra per andare direttamente alla pagina) e tornate a dirmi che avevo ragione!



Come potrei proseguire senza citare i miei nipoti d'adozione, i volumi della Biblioteca di Lovecraft numeri uno, due e tre, raccolte di racconti di tre tipi ben distinti: racconti suggeriti dal solitario di Providence (clicca qui per saperne di più de La biblioteca di Lovecraft), racconti scritti dal pazzo mago Aleister Crowley (clicca qui per saperne di più de I racconti della Bestia) e racconti ispirati alla meravigliosa Toscana (clicca qui per saperne di più de Il giglio nero). 


Passiamo ad uno dei miei autori preferiti e adorati del genere, il mio già citato caposaldo di letteratura e cinema horror Clive Barker che cito per questo mese perché una delle sue opere principali è proprio una raccolta di racconti.
Una raccolta di racconti lunga sei/sette libri, i Libri di Sangue, che ha un capo nel primo libro, una coda nell'ultimo e un corpo lunghissimo di racconti che passano da un argomento all'altro all'interno del mondo dell'immaginario orrorifico dell'autore, passando dal truce e abominevole, al macabro ironico, all'assurdo.
Di recente ne è stato tratto un film per Hulu negli Stati Uniti e non vedo l'ora di vedere come è stato trasposto.
In Italia, ad oggi, si trovano facilmente solo i primi due volumi, per i successivi che da aspettare che qualche casa editrice si prenda la briga di riesumare i successivi dal limbo in cui erano caduti.
Con qualche rapida ricerca e qualche botta di fortuna comunque è possibile recuperarli in giro.
Piccola nota: semmai voleste approfondire attenzione all'ordine dei volumi perché tra le mille edizioni italiane e quelle inglesi ci sono discrepanze assurde…


Un esempio che ha avuto un successo straordinario nella mia esperienza di lettore e blogger è stato leggere Storie da Incubo, a cura di Stephen Jones, (trovate il relativo articolo cliccandoci sopra) che offre un completo ventaglio di autori horror moderni e un'idea bella precisa di cosa offre la casa editrice che si è occupata di portarlo in Italia, la Independent Legions.



----------------------------------------------------


E veniamo finalmente a cosa leggerò io e che spero leggeremo insieme, ringranziando con tutto il cuore e dando il benvenuto tra i nostri amici editori sul blog a Acheron Books e Hypnos edizioni che ci hanno mandato una copia di questi titoli per presentarveli in occasione della challenge!


Piccola anticipazione su quello che leggerò (finalmente) dopo una lunga attesa è Pandemonium: Neo Decameron, edito Lethal Books su cui finalmente metto le mani approfittando della task di questo mese.

Corigliano, Mardegan, Ferrero, Mala Spina, Lanzetta, Battiago, Hoffmann, Mortellaro, Silvestri, Di Orazio.
Dieci autori. Dieci giornate di boccaccesca memoria, come in quella Firenze del 1348 assediata dalla peste. Dieci comandamenti, che verranno infranti o rispettati. Dieci stili completamente diversi: l'ironia pungente e blasfema, il goffo erotismo, l'onirica bellezza della disperazione, il pulp-western friuliano, esorcismi danteschi e visioni infernali vi aspettano in questo libro immondo. Dieci racconti dall'anima corrotta e nera. Un'ode alle tenebre in tutta la loro bellezza dannata.Abbiamo detto addio a ogni retorica e happy ending perché volevamo colpire con "colpi bassi e metriche alte", in pieno stile Ignoranza Eroica. I racconti di Pandemonium sono lo specchio di tutte le anime che pian piano si anneriscono, l'apocalisse dentro la carne, l'unione dei demoni nello spirito di coloro che sopravvivono. Il Matrimonio del Cielo e dell'Inferno, come direbbe William Blake, dove ognuno di noi è risucchiato dal caos dell'infinita dannazione e anche i Cherubini marciscono tra le fiamme. Ma ci saranno anche momenti per ridere. Del resto, l'Inferno ha i personaggi più divertenti.
A cura di Saccoccia, dopiNg letterario e postfazione by Mazza - Sensolini.
Benvenuti nel concilio della Bestia. Collegatevi e prendete posto nel Pandemonium.


Dark Italy, AA.VV., edito Acheron Books

Nove fra le migliori penne della letteratura horror italiana per la prima volta riunite insieme in un'antologia di racconti del terrore ambientati nel nostro paese! Sì perché l'Italia, terra spesso associata all'arte, all'eleganza e a una certa spensieratezza, nasconde (ma non troppo) spaventosi squarci di tenebra, le cui radici sono antiche e profonde. Il gotico europeo, progenitore dell'horror moderno, deve infatti i suoi natali proprio all'immaginario italiano dell'epoca: foschi castelli popolati da sinistri assassini che complottano nell'ombra, avvelenatori e inquisitori, sabba di streghe, spettri e diavoli… Ecco quindi Dark Italy, una spaventosa cavalcata notturna in nove moderni e agghiaccianti racconti del terrore, che esplorano il lato oscuro del paese del sole.


Il profumo dell'incubo di Lisa Tuttle, edito Hypnos edizioni

Cosa si nasconde nella soffitta della casa dei sogni delle litigiose sorelle Sylvia e Pam? Sino a che punto si è disposti ad arrivare per raggiungere la tanto bramata Pietra Filosofale? Quali insidie può nascondere un’innocua convention di fantascienza? Cosa succederebbe se avessimo a disposizione un’ora in più tutta per noi?
Il profumo dell’incubo presenta tredici storie di Lisa Tuttle, scelte dall’autrice stessa, che ne ripercorrono la straordinaria carriera, dal classico dell’horror “La casa degli insetti”, sino al terrificante “Sogni nell’armadio”, racconto vincitore nel 2007 dell’International Horror Guild Award, un lungo viaggio nei meandri dell’incubo, dalla penna di una delle più importanti autrici weird moderne.
Potrei definire la mia opera strange fiction. Inizio da un punto nella realtà, nel mondo in cui viviamo. Poi compio una svolta e qualcosa inizia a cambiare, e un che di ignoto, di sovrannaturale, di fantastico s’intromette. (Lisa Tuttle)

E con questo per ora è tutto, ci risentiamo a maggio, il mio mese bellissimo.
Buona vita Amicony e... buoni incubi!

Torna all'indice ^


§ Maggio 2021 - Mostri sacri (tre racconti o un romanzo di Lovecraft, Poe o Hodgson)

Miei adoratissimз scarti di cimitero, ben trovati per l'appuntamento mensile dei miei personalissimi consigli per gli acquisti di Maggio per la Readingthedarkchallenge!
Ormai sarete anche più che con testa e spalle dentro il mondo dell'oscurità e della stranezza, forse un po' disorientati per il bombardamento che questo genere provoca nelle menti più deboli e confuse, ma niente paura... cioè, si, un po' di paura dovreste averne... ad ogni buon conto, questo mese torniamo alle radici, cerchiamo di rimettere i piedi per terra e di vedere cos'è cambiato dopo ben sei mesi di full immersion nel mondo dell'oscurità.

Eh si, ebbene si, siamo a metà... come scorre veloce il tempo quando si è morti...

Siccome gli autori che devono essere letti questo mese sono i più importanti e fondamentali della letteratura gotica e dell'orrore, non perdiamoci in chiacchiere e cominciamo con qualche consiglio mirato e spassionato!


H. P. Lovecraft:

Inutile dire che il lavoro con lui non è mai finito... ci sono opzioni per ogni gusto, piacere e perversione:

Nell'assurda ipotesi che non sappiate da cosa cominciare, non posso che consigliarvi il racconto lungo The shadow over Innsmouth che trovate ovunque e che è stato il racconto di Lovecraft che mi ha definitivamente fatto innamorare di lui. 
Platonicamente.
Due o tre titoli di opere un po' più lunghe di un racconto che potrebbero interessarvi:



Edgar Allan Poe:

Credo che anche di Edgard ormai sia stato detto, ridetto e stradetto di tutto e purtroppo qui ammetto i miei limiti.
Non sono, nè sarò mai, obiettivo su Poe perché è stato uno dei miei primi ricordi di "infanzia" letteraria, dove altri avevano i Grimm e Perrault, io avevo Il corvo, La maschera della morte rossa, Il cuore parlante...
Per quanto abbia letto praticamente tutto di suo lo relego alla base della mia cultura letteraria e lo ritengo con rispetto indiscusso il padre del genere, un genio della letteratura e forse il fondatore di un setting che non si è perduto dopo di lui.

C'è qualcosa di gratuito QUI...


E qualcosa di più mirato e sostanzioso:



William Hope Hodgson:

Meno e pochissimo conosciuto in Italia il lavoro di Hodgson ha portato alla luce del mio interesse più di un elemento di importanza delle sue opere nel panorama del mondo oscuro.
L'investigatore dell'incubo, le forze aliene e innominabili, oscuri testi segreti in lingue dimenticate, luoghi infestati dalle più nefande azioni umane e sovrumane...
No, non sto parlando ancora di Lovecraft o Poe ma di colui che tutte ste cose le ha messe insieme creando un personaggio centrale, Carnacki, investigatore del paranormale, il cacciatore di fantasmi ante litteram e le nebbiose e oscure fiabe del terrore sul mare ed infine nella sua Casa sull'abisso, forse il suo più grande capolavoro.


Se vi interessaun volume che contiene i racconti di Carnacki più interessanti, ne ho parlato tempo fa QUI (clicca il link per correre all'articolo)

Qualcosa di più corposo: 


E niente, fantastiche teste di zucca, siamo arrivati a metà e non possiamo che ringraziarci a vicenda.
Di strada da fare insieme ce n'è ancora tanta, ma siamo sulla vetta, ormai è tutta discesa.
Nell'Abisso.



Torna all'indice ^


§ Giugno 2021 - Megalopolimanzia (ambientato in una capitale)

Coming soon...


Torna all'indice ^


§ Luglio 2021 - Sotto il letto (graphic novel o piccoli brividi)

Coming soon...


Torna all'indice ^


§ Agosto 2021 - Segui il sentiero dorato (italiano)

Coming soon...


Torna all'indice ^


§ Settembre 2021 - Lo specchio (basato su una leggenda o su un fatto realmente accaduto

Coming soon...


Torna all'indice ^


§ Ottobre 2021 - Halloween (spettri, fantasmi, demoni o spiritismo)

Coming soon...


Torna all'indice ^