Le Guerriere Della Valle - Amélie Fléchais e Jonathan Garnier [recensione] LouchoBi BookS Parliamo di libri

News

Le Guerriere Della Valle - Amélie Fléchais e Jonathan Garnier [recensione]

Ciao a tuttə, benvenutə sul blog dove oggi vi presento Le Guerriere Della Valle di Amélie Fléchais e Jonathan Garnier edito Tunué


Come state piccolə fancillə? Tutto bene? Come procedono le vostre letture?


Dieci Anni [trama]

Le Guerriere Della Valle   Amélie Fléchais & Jonathan Garnier recensione

Sono passati ben dieci anni dall’inizio della Grande Guerra, dieci anni di sofferenza e dolore. Tutti gli uomini sono stati obbligati ad arruolarsi e partire. Le donne del villaggio sono sole senza i loro mariti, compagni e padri. Non sanno se questi ultimi siano ancora vivi o morti in combattimento. Restano a casa con la speranza che tutto vada per il verso giusto. Dieci lunghi anni interminabili. 

 Il racconto inizia in questo modo, forte ed incisivo; un inizio davvero sconcertante. Un vero pugno allo stomaco che ci fa già capire che siamo dinanzi a una storia complessa e articolata.


Ma le donne non demordono, non si abbattono e creano un ordine con il fine di proteggere tutti gli abitanti: le Guerriere delle Valle. Questo ordine è formato dalle donne più forti e competenti del villaggio e se ne può entrare a far parte da un’età prestabilita. Molly, la nostra protagonista, decide di diventare un punto di riferimento della società e far parte dell’ordine. Prima come cadetta, poi man mano scalare la scala gerarchica fino ad arrivare nella rosa delle donne più forti delle Guerriere.

 

Le Guerriere Della Valle   Amélie Fléchais & Jonathan Garnier recensione

Accanto alla nostra protagonista si uniscono tutte le cadette delle Guerriere (Abbie, Erin, Katty, Ellen e Capucine) e le Istruttrici, le vere colonne dell’ordine: La Decana, Holga, Nonna Maria e Zia Jane. Tutte le cadette hanno come amico un... montone! Sì, difficile da credere ma tutte le ragazze, hanno un montone come amico; fedeli compagni di avventure che resteranno sempre vicino a tutte le apprendiste.

 

Ma non tutto fila liscio, la Grande Guerra è alle porte e con essa anche i vari nemici. Le nostre ragazze dovranno imparare ben presto a cavarsela da sole e ad affrontare ogni problematica, da quella più semplice e banale fino a quella più complessa e disastrosa.




Le Guerriere Della Valle [recensione]


Il nostro graphic novel è un cartonato completamente a colori, composto da BEN 312 pagine e si va ad aggiungere alla tanto amata collana Prospero’s Books, un vero e proprio colosso su
Le Guerriere Della Valle   Amélie Fléchais & Jonathan Garnier recensione
carta; oserei quasi dire un film di animazione stampato. Seppur il target consigliato sia per un pubblico di ragazzi, le tematiche che vengono affrontate sono tutto tranne che semplici. La guerra, la disperazione, il lutto e l’abbandono sono all’ordine del giorno ma non sono le uniche.

L’importanza della famiglia, la costanza, la diversità e l’unione sono il punto fermo di tutta la storia. Le Guerriere delle Valle è una storia davvero solidissima e ben strutturata che riesce a tenere incollato il lettore dall’inizio alla fine, sempre tenendo un ritmo narrativo incalzante. In questo titolo che urla Girl Power in ogni pagina troviamo una trama davvero ben strutturata, mai banale. 

I personaggi sono ben caratterizzati e funzionali. Ogni minimo particolare è realizzato nel migliore dei mondi e per ultimo (ma non meno importante) abbiamo i disegni: la parte grafica è un vero e proprio orgasmo per gli occhi. Ogni singola tavola è un tripudio di colori e vivacità, anche quando la storia diventa cupa e tetra. Ci troviamo dinanzi a una vera e propria perla per gli occhi.

Unica piccola pecca, se proprio vogliamo trovare il pelo nell’uovo, sta nella parte finale un po' troppo veloce e dispersiva; mi sarei aspettato un maggior focus per non perdere determinati pezzi.

Cinque stelle meritatissime e superconsigliato.

Che dire, l’anno nuovo inizia davvero nel migliore dei modi!


Chi è Jonathan Garnier? [autore]

Le Guerriere Della Valle   Amélie Fléchais & Jonathan Garnier recensione

Jonathan Garnier ha studiato graphic design e fumetto. Ha iniziato come grafico e illustratore presso Ankama Publishing, dove è diventato editor e direttore della collana Étincelle. Poi il desiderio di dare vita alle proprie storie lo ha conquistato.

Dopo una prima storia illustrata da Mathieu Bablet nella collezione DoggyBags per l'etichetta 619, ha iniziato a scrivere diversi fumetti: Momo con Rony Hotin per Casterman, Timo l'Aventurier (Timo l'avventuriero) con Yohan Sacré per Le Lombard e Bergères Guerrières (Le guerriere della valle) con Amélie Fléchais per Glénat. Jonathan è anche uno degli autori invitati a partecipare alle raccolte Le Marsupilami - histoires courtes (Dupuis) e Punch! (Kinaye).

In Italia tutti i suoi libri sono editi da Tunué.



Chi è Amelie Fléchais? [autrice]

Le Guerriere Della Valle   Amélie Fléchais & Jonathan Garnier recensione

Amélie Fléchais è un'artista versatile. Espone regolarmente i suoi lavori in Europa e negli Stati Uniti ed è illustratrice per la stampa giovanile. Ha lavorato anche nell'animazione come concept artist e scenografa nei film Le Chant de la Mer (Cartoon Saloon), Trolls 1 e 2 (Dreamworks), En Avant (Pixar) e nel cortometraggio Pépé le Morse.

La sua attività principale rimane quella di autrice di libri illustrati e fumetti. Ha scritto e illustrato Chemin Perdu (Il sentiero smarrito)nella Collection Métamorphose, Le Petit Loup Rouge (Lupetto rosso) per Ankama Éditions. Ha illustrato L'Homme Montagne (L'uomo montagna), scritto da Séverine Gauthier per Delcourt, e Bergères Guerrières (Le guerriere della valle), scritto da Jonathan Garnier per Glénat. I suoi libri sono stati tradotti in molte lingue.

In italiano sono tutti editi da Tunué.



Acquista la tua copia o aggiungila in wishlit QUI!



Si ringrazia sentitamente la casa editrice per averci fornito la copia ARC per questa recensione.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Prova

Posta un commento